02.07.2022, Breve storia delle osterie del paese: la Gorìza (3/3)

   La gestione della nuova sede dell’osteria proseguì per un certo tempo con la signora Diana per poi passare di mano a vari gestori. A Diana subentrò la famiglia Venturini (Zeje e Fanny). Nella saletta a destra la signora aveva installato un laboratorio di maglieria dove produceva maglioni e magliette in lana o cotone. Il locale era grande, spazioso, con giardino all’esterno. Seguì la gestione di Valentino (di Clenia?) e poco dopo quella di Jole originaria di Calla e Patrizia, originaria di Montemaggiore. Due ragazze bellissime che diedero un notevole impulso all’attività. Comparvero il juke-box e i gelati. La simpatia delle due giovani fu motivo di richiamo di un gran numero di ragazzi e di compagnie provenienti da varie parti del Friuli. Seguì la gestione di Bruna e Benito Crucil, quindi di Iris e Boris Balbi, di Silvana e Rino ed infine di Ada. Con Ada è calato definitivamente sulla storica osteria del paese. L’adeguamento alle normative di sicurezza è stato un’ostacolo insormontabile per la proprietà e per i nuovi potenziali gestori. Si chiuse così una lunga storia, di locali semplici dove si svolvero importanti pagine della vita dei nostri paesani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *