12.05.2022, I giovani catturati dalla rete (3/3)

    Gli scienziati sostengono che proprio i “no” tardivi costituiscano il nucleo da cui ha inizio l’emergenza educativa contemporanea. Le nuove tecnologie hanno un ruolo-chiave in questa dinamica. Vogliamo figli di successo, li fotografiamo continuamente, li celebriamo, pubblichiamo oltre ciò che si dovrebbe, li abituiamo a specchiarsi nello sguardo altrui; compriamo loro tablet e “consolle” per non generare conflitti, per farli stare sempre in rete, anche di notte, interrompendo il loro sonno continuamente e facendoli arrivare a colazione già stanchi. È necessario limitare l’uso del telefonino e i genitori devono fare la loro parte limitando il proliferare di “Chat” dei genitori della classe, con l’esternazione di giudizi spesso negativi, sui metodi d’insegnamento. I nostri “figli di internet” sperimentano una dimensione in cui la barriera fra reale e virtuale non ha più senso d’esistere. Quando il giovane si getta a capofitto nella vita virtuale, deve scattare l’allarme perché sostituisce la vita reale. Questa è la nostra opinione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *