Curiosità
 
 
LOroscoponteacco

Ultimo quadrimestre dell’anno. Il nome del mese che inizia deriva dal latino “september”, a sua volta da “septem”, “sette”, perché era il settimo mese del calendario romano che iniziava con il mese di marzo. Nel calendario rivoluzionario francese, la prima parte del mese si denominava “Fruttidoro”, mentre la seconda parte “Vendemmiaio”. Un’occhiata al calendario: la Chiesa festeggia oggi i Santi Arcangeli. Il Sole: le giornate si accorciano sempre più, infatti fino al 30  perderemo 1h e 34 minuti di luce. Il Sole è in Bilancia. Siamo in Autunno. L’attività solare continua ad essere bassa. Il SILSO/SIDC rileva al 1° settembre alcuni brillamenti di classe M:7,2 – 5,3 e 3,6, mentre il disco presenta 102 micro-macchie. La Luna: sarà crescente fino a domani; Colore del mese: viola ametista (che non è né glicine, né lavanda; Pietra del mese: zaffiro. L’Oroscoponteacco. Come di consueto iniziamo dal segno del mese: Vergine: Marte vi regala la grinta necessaria per affrontare il mese; Bilancia: vi aiuteranno gli amici e i familiari: ne avete bisogno; Scorpione: i superiori stimeranno la vostra intraprendenza; Sagittario: non buttatevi a capofitto in nuovi settori, fate prima valutazioni approfondite; Capricorno: abbiate il coraggio di parlare dei vostri sentimenti; Aquario: questo mese non raccogliete le provocazioni. Sarà difficile, ma resistete; Pesci: c’è un po’ di nervosismo. Regolatevi! Ariete: chiedete il dovuto senza alzare la voce; è un po’ duretto il dopo-ferie; Toro: in settembre disguidi o ritardi vi renderanno nervosi; Gemelli: siete inguaribili! Non ha senso la gelosia, ma i dubbi restano; Cancro: Venere promuove incontri da sogno. Portateli alla realtà; Leone: mese ideale per la forma e il look. Buon settembre! [29.09.2022].

Lo sapevi che…

Gli animali domestici per vivere in salute e serenità devono avere la garanzia di cinque bisogni fondamentali: 1. la libertà dalla fame e dalla sete (acqua fresca e dieta idonea); 2. libertà dal disagio (ambiente di vita appropriato con ripari e aree di riposo confortevoli); 3. libertà dal dolore, ferite e malattie (cure appropriate, prevenzione e trattamenti); 4. libertà di esprimere il proprio comportamento; 5. libertà dalla paura e dallo stress (trattamento rispettoso, no a sofferenza mentale).

I gatti e i cani iniziarono ad essere parte della famiglia dall’Ottocento in poi. I poveri cani erano tenuti alla catena, a volte da un metro solo, per tutta la durata della loro miserabile vita (e questo fino a pochi anni fa). I cani da salotto erano condotti in passeggiata a Udine e soprattutto nella Görz (Gorizia) asburgica.

 

Visite al nostro sito nel mese precedente:

Agosto 2022: visite totali: 6.735; pagine sfogliate: 18.215.
Anno 2021: visite totali 123.678, pagine sfogliate: 457.781

Prossima Messa in paese:

 

 

Centro “Pro Loco Ponteacco” aperto domenica dalle 10:00 alle 13:00, turno Claudia e Paolo

Prossimi turni:

 da definire

 

Buttata lì: 

È stata posticipata la riunione del Consiglio direttivo della Pro Loco programmato per stasera a causa della preannunciata assenza di due consiglieri .

.

 

 

Curiosità dal circondario:

L’andamento del Covid:  i contagi sono stabili, in aumento a Cividale e Udine. Ecco la situazione alle 12:00 di ieri, mercoledì 28.09: San Pietro al Natisone 14, Pulfero 1, Savogna 0, Grimacco 0, Drenchia 0, Stregna 1, San Leonardo 7, Prepotto 3, Torreano 4. A Cividale i contagiati sono 46, a Udine 499


La nostra lingua:

Ci sono alcuni marchi che sono diventati vocaboli. Ad esempio il marchio “Scotch” è un’autentica parole. Il signor Richard Drew fornì ai carrozzieri, per schermare parti di auto, riquadri di “cellophane” con la colla su un lato. La 3M iniziò la produzione chiamando il nuovo articolo “Scotch”, da “scozzese” (quindi tirchio) perché Drew aveva risparmiato sulla colla. Anche il marchio “Vinavil” è conosciuto in tutto il pianeta. Per non parlare di “Lego”, uno dei marchi più potenti del pianeta [aggiornamento nei giorni dispari: 29.09.2022].

 

Pillole di filosofia (citazioni, curiosità, aneddoti, definizioni):

I pensatori a proposito dell’arte. Perché ci affascina?: “Non accetto che l’arte abbia l’unico scopo di generare piacere. L’arte deve trasmettere valori e virtù e l’artista deve educare e insegnare”, Platone (427 a.C.-347 a.C.); “L’arte è lo spazio d’incontro tra il mondo dei sensi e il mondo esteriore”, Immanuel Kant (1724-1804); “Siamo abituati ad assegnare all’opera d’arte tradizionale un’autorità simbolica, l'”aura” che la produzione industriale non è in grado di riprodurre“,  Walter Benjamin (1892-1940) [aggiornamento settimanale: 25.09.2022].

Un po’ di sarcasmo non nuoce:  “La violenza è semplice, le alternative alla violenza sono complesse” (Friederich Hacker) [aggiornamento: 25.09.2022].

Novità tecnologiche della settimana: new-new-new

Besvic” è un misuratore di consumo elettrico molto utile per verificare il consumo di un elettrodomestico o di una presa di corrente collegata a una ciabatta. Su https://amazon.it a 21,00 EUR.

L’app della settimana è interessante: “Recyclebank“: stimola a riciclare e a limitare gli sprechi con buoni e premi. Gratis su Android e iOS [aggiornamento settimanale: 25.09.2022].

Questione di numeri:

13% è la percentuale di meridionali che vive di reddito di cittadinanza confronto allo 0,1 dei sudtirolesi. I primi si beccano 664 euro al mese, mentre i secondi, con il doppio del costo della vita, 420.

 

Dai giornali europei dell’29.09:
 

Primorske novice, Nova Gorica: la scorsa settimana, gli agenti di polizia si sono uniti all’azione dei loro colleghi europei con l’obiettivo di una giornata senza vittime sulle strade slovene, con molti controlli intensificati sulle strade. Riferiscono di aver raggiunto l’obiettivo e non c’è stato un solo incidente stradale con gravi ferite sulle strade slovene. La Slovenia è quindi uno dei dodici paesi europei che non ha registrato vittime il 21 settembre.

De Telegraaf, Amsterdam: la polizia sta indagado sulla morte di un lupo, che è stato trovato mercoledì scorso a ovest dell’autostrada A50 vicino a Heerde a Veluwe. La polizia dice che è stata una “morte innaturale”. È piuttosto rara la presenza di lupi nei Paesi Bassi e per questo motivo la vicenda fa notizia.

Il tempo in EU alle 07:30 [i toponimi sono riportati nella loro forma originale]:
 
Tulcea/RO: poco nuvoloso, 19°C; Kolari/FI: sereno, 5°C; Bruges/BE: sereno, 7°C; Cremona-Cremùna/LOM: parzialmente coperto, 13°C; Montina-Montine/VdN: coperto, 14°C.

Comunicazioni:

 giovedì 29.09 riunione del Coniglio direttivo. Rinviato

 

 

Cibi – contorni e dintorni:

È la stagione dei funghi e della zucca. Questa settimana ci occupiamo ancora una volta di spaghetti con zucca, salsiccia e porcini. INGREDIENTI: 350 gr di spaghetti (I Tomadini del FVG vanno benissimo), 450 gr di zucca, 300 gr di funghi porcini, 200 gr di salsiccia, fresca, ½ cipolla, 2 spicchi di aglio, 4 cucchiai di olio d’oliva, 2 cucchiai di prezzemolo tritato, sale e pepe q.b. PREPARAZIONE: pelate la zucca, privatela dei semi e pesate 450 gr di polpa. Tagliate la zucca a dadini piccoli, mettetela in una casseruola capiente e fatela rosolare con 2 cucchiai d’olio e un trito finissimo di aglio (1 spicchio). Fate cuocere la zucca per 15 minuti a fuoco dolce, aggiungendo 1 bicchiere di acqua calda fin quando risulterà morbida e parzialmente sfatta. Private la salsiccia della pelle, tagliatela con un coltello e fatela rosolare in un altra padella per 5 minuti, nel frattempo pulite accuratamente i funghi, preferibilmente porcini. Raschiateli con un coltello affilato, strofinateli con un panno umido senza lavarli. Tagliate i funghi a lamelle non troppo sottili, metteteli nella padella con la salsiccia aggiungete con 2 cucchiai di olio e un trito finissimo di aglio e cipolla. Lasciate rosolare gli ingredienti per qualche minuto a fuoco vivace, se proprio non potete fare a meno bagnate con una micro-spruzzata di vino bianco, lasciatelo evaporare poi aggiungete sale e pepe continuando la cottura a fuoco moderato per 15 minuti coprendo la padella con coperchio. Aggiungete ai funghi e salsiccia la zucca cotta in precedenza, 1 cucchiaio di prezzemolo tritato continuando la cottura per 5 minuti. Nel frattempo cuocete in acqua salata gli spaghetti. Scolate la pasta, mettetela nella casseruola con il sugo di funghi, zucca e salsiccia mescolate pochi minuti aggiungendo il resto del prezzemolo. Consiglio: se il condimento di questi spaghetti risultasse troppo asciutto aggiungete un mestolo di acqua di cottura della pasta. Servite subito con una spolverata di prezzemolo tritato [aggiornamento settimanale: 25.09.2022].

 
Salute e bellezza
 

Dormire fa bene alla pelle. Alcuni studiosi hanno monitorato un campione di 60 donne tra i 30 e i 49 anni e hanno dimostrato che meno si dorme, più appaiono rughe, occhiaie, macchie scure sul viso. L’insonnia inibisce la produzione di collagene e dunque rende la pelle meno elastica e più asfittica. La mancanza di sonno provoca danni al nostro organismo. Non è vero che mangiare formaggio la sera fa venire gli incubi e favorisce un sonno agitato. Non è vero che una buona notte di sonno deve per forza essere senza interruzioni e non è affatto vero che un’ora dormita prima di mezzanotte ne vale due dopo la mezzanotte. Non è vero che dormire poco fa dimagrire; non è vero che per fare un buon pisolino è meglio tenere un cucchiaio in mano (sigh !!!); bere un po’ di alcol non favorisce il sonno … si sente di tutto in giro. Dormire bene è molto importante. La mancanza di sonno fa diminuire i livelli di attenzione, altera il senso della fame e influisce negativamente sulla capacità di resistere allo stress. Dormire poco per una settimana, o peggio non dormire per niente, influisce persino sul nostro DNA, modificando il funzionamento di oltre 700 geni [aggiornamento settimanale: 25.09.2022].

Vita civica:

Cellulari vietati a scuola? La decisione di ritirare i cellulari prima dell’inizio delle lezioni per poi restituirli alla fine potrebbe essere adottata anche da altre scuole, anche se la giurisprudenza in merito è abbastanza chiara. In nessun istituto scolastico italiano è permesso utilizzare lo smartphone in classe: si tratta di una delle regole presenti in qualsiasi patto di corresponsabilità che viene sottoscritto da genitori e docenti a inizio anno o qualsiasi circolare della dirigenza scolastica. Gli istituti possono anche requisire i dispositivi all’inizio delle lezioni, come nei casi di Bologna e Ravenna: i cellulari vanno spenti prima di entrare a scuola e non possono essere accesi, a maggior ragione per futili motivi come filmare i compagni, riprodurre video o altre attività che potrebbero disturbare la lezione. La norma di riferimento in questione è la direttiva ministeriale 104 del 30 novembre 2007 “Dall’elenco dei doveri generali enunciati dall’articolo 3 del D.P.R. n. 249/1998 si evince la sussistenza di un dovere specifico, per ciascuno studente, di non utilizzare il telefono cellulare, o altri dispositivi elettronici, durante lo svolgimento delle attività didattiche, considerato che il discente ha il dovere: – di assolvere assiduamente agli impegni di studio anche durante gli orari di lezione (comma 1); – di tenere comportamenti rispettosi degli altri (comma 2), nonché corretti e coerenti con i principi di cui all’art. 1 (comma 3); – di osservare le disposizioni organizzative dettate dai regolamenti di istituto (comma 4). La violazione di tale dovere comporta, quindi, l’irrogazione delle sanzioni disciplinari appositamente individuate da ciascuna istituzione scolastica, nell’ambito della sua autonomia, in sede di regolamentazione di istituto”. In sostanza, la direttiva non vieta di portare il cellulare a scuola, a patto che venga tenuto spento durante le lezioni e che non venga utilizzato a scuola per scattare foto, dare filmati o violare la privacy dei presenti. Ovviamente poi, ogni istituto ha il proprio regolamento, con misure più o meno stringenti che quindi possono variare da scuola a scuola, arrivando anche al ritiro degli smartphone prima delle lezioni [aggiornamento settimanale: 25.09.2022].